LA PROTEZIONE DEL VOSTRO DENARO IN CASO D'INSOLVENZA DELLA BANCA

 

Il Fonds de Garantie des Dépôts et de Résolution (FGDR - Fondo di garanzia dei depositi e di risoluzione), istituito dalla legge francese del 25 giugno 1999, ha il compito di rimborsare il risparmiatore qualora sia dichiarato il fallimento della sua banca o società d'investimento e il suo patrimonio sia diventato indisponibile : 
la garanzia dei depositi copre i depositi, vale a dire le somme depositate sul conto corrente o sui libretti di risparmio;
la garanzia dei titoli copre i titoli e altri strumenti finanziari.

Incaricato di una missione d'interesse generale, il FGDR tutela i clienti in caso d'insolvenza del loro istituto di credito. Proteggendo il capitale della clientela, contribuisce a mantenere la fiducia nei confronti del sistema bancario e la sua stabilità.

Tutte le banche e società d'investimento autorizzate in Francia aderiscono obbligatoriamente al FGDR.

 

Alla fine del 2018, aderivano al FGDR 472 istituti di credito, a fronte di un contributo per almeno una delle garanzie. Il FGDR tutela anche i clienti delle succursali aperte in un paese dello Spazio Economico Europeo (SEE) (1).

Il FGDR coopera con i suoi omologhi europei allo scopo di tutelare i clienti delle succursali francesi degli istituti di credito la cui sede si trova in un paese dello SEE. 

Il FGDR è abilitato ad intervenire come organo di risoluzione di una crisi bancaria, prima del fallimento, evitando di conseguenza un'interruzione dei servizi e il rimborso.

(1) Spazio Economico Europeo (SEE): Germania, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Spagna, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Regno Unito, Slovacchia, Slovenia, Svezia.
 

Per qualsiasi domanda sulle garanzie, contattate la vostra banca, la società d'investimento o il FGDR.

FGDR: 65, rue de la Victoire 75009 Paris - France

Tél.: +33 (0)1 58 18 38 08

Fax: +33 (0)1 58 18 38 00

contact@garantiedesdepots.fr
www.garantiedesdepots.fr

 

 

1/ IL CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA GARANZIA DEI DEPOSITI

PRODOTTI COPERTI DALLA GARANZIA DEI DEPOSITI

PRODOTTI GARANTITI

Tutte le somme depositate sui conti correnti, i libretti e i piani di risparmio denominati in euro o nella valuta di uno Stato:

> conto corrente, conto di deposito a vista o vincolato con saldo a credito,
> conto e piano di risparmio su libretto, quali CEL (conto di risparmio edilizio), PEL (piano di risparmio abitazione, PEP (piano di risparmio popolare bancario), ecc.,
> libretto Giovani,
> conto di liquidità legato a un piano d’investimento azionario (PEA),
> conto di liquidità legato a un piano di accumulo pensionistico (PER), a un piano di accumulo salariale o equivalente aperti presso un istituto di credito aderente al FGDR,
> assegno circolare emesso e non incassato,
> saldo netto globale di operazioni di factoring.

LA GARANZIA DEI DEPOSITI DEL FGDR

 

Fino a 100.000 € per cliente e per istituto di credito.

Sono coperte tutte le somme depositate sui libretti a regime speciale garantiti dallo Stato:

livret A (libretto di risparmio a tasso regolamentato) e livret Bleu (libretto di risparmio defiscalizzato),
> LDDS (libretto di sviluppo sostenibile e solidate) ,
> e LEP (libretto di risparmio popolare).

LA GARANZIA DELLO STATO, OPERATA DAL FGDR
 
Fino a 100.000 € per cliente e per istituto di credito.

Il FGDR procede al rimborso per conto dello Stato. 

PRODOTTI NON COPERTI DALLA GARANZIA DEI DEPOSITI

I prodotti non ammissibili al rimborso del FGDR sono, in particolare:

> contratto di assicurazione sulla vita, contratto di capitalizzazione sottoscritti con una compagnia d'assicurazione,
> piani di accumulo pensionistici (PER, PERP, PEP) sottoscritti con una compagnia d'assicurazione,
> piani di accumulo pensionistici collettivi (PERCO, PERCO-I, PERE),
> piani di risparmio aziendali e interaziendali (PEE, PEI),
> banconote, monete e oggetti depositati presso il servizio "cassette di sicurezza" della banca,
> deposito anonimo o strumento non nominativo, il cui titolare non sia identificabile,
> contanti su supporto elettronico e carta di pagamento emessa da un istituto di pagamento o da un istituto di moneta elettronica (tipo Monéo o conto Nickel),
> deposito con carattere di fondo proprio,
> certificati di risparmio,
> criptovalute.

Cfr. Articolo 312-41 del Codice monetario e finanziario francese.

 

GARANZIA CON UN ALTRO SISTEMA O SENZA GARANZIA.

 

 

Si prega d'informarsi presso il proprio istituto di credito.

 

 

2/ IL RIMBORSO IN GARANZIA DEI DEPOSITI

La garanzia dei depositi del FGDR tutela tutti i depositanti: privati, minorenni o maggiorenni, sotto tutela o rappresentati da terzi, aziende (SpA, Srl, Srls, ecc...), imprenditori individuali, associazioni o altri gruppi professionali, … entro il limite di 100.000 € per depositante e per istituto di credito. Il rimborso viene effettuato entro 7 giorni lavorativi, tranne casi particolari.

In caso di più conti presso una stessa banca:
Tutti i depositi sono sommati e indennizzati fino a un massimo di 100.000 €.
> Anche tutte le somme depositate sui libretti garantiti dallo Stato (Livret A, LDDS, LEP) sono anch'esse sommate e indennizzate integralmente fino a un massimo di 100.000 €.
> Sono considerati per il calcolo del rimborso solo i saldi attivi, salvo compensazione legale o convenzionale.

In caso di conti presso diverse banche:
La garanzia del FGDR è applicata separatamente per ciascuna banca.

In caso di conto cointestato:
È ripartito in parti uguali tra ogni cointestatario, salvo disposizionze diversa nel contratto.
Ciascun cointestatario cumula la propria parte con gli altri conti di deposito e i propri libretti di risparmio.

In caso di separazione del proprio patrimonio personale e professionale (Srls o Srls unipersonale):
Il rimborso è separato per i conti personali e per i conti professionali.

In caso d'indivisione:
L'indivisione usufruisce di un rimborso, separato da quello dei suoi membri.

In caso di "depositi eccezionali temporanei", vale a dire somme che sono state incassate meno di 3 mesi prima dello stato d'insolvenza e che provengono:
1. dalla vendita di un bene abitativo appartenente al depositante;
2. dal rimborso in denaro di un danno subito dal depositante;
3. da versamento di un vantaggio pensionistico, di una successione, di un lascito, di una donazione.
4. da una prestazione compensativa o da un indennizzo transattivo o contrattuale consecutivo alla rottura di un contratto di lavoro.

Il limite di rimborso di 100.000 € è aumentato a 500.000 € per ogni evento nei casi sopra indicati, tranne per i danni biologici che sono coperti senza limiti di massimale.

Per poter esercitare il proprio diritto, si deve inoltrare un reclamo per iscritto al FGDR entro e non oltre due mesi dalla data di ricevimento dell’ultima lettera di rimborso e fornire i relativi giustificativi.

 

 

3/ LA GARANZIA DEI TITOLI DEL FGDR

La garanzia dei titoli del FGDR tutela gli investitori: privati, minorenni o maggiorenni, aziende, imprenditori, associazioni o altri gruppi professionali... nei confronti di tutti i titoli e strumenti finanziari, indipendentemente dalla valuta in cui sono espressi:
> azioni, obbligazioni, ecc...detenute direttamente o nell'ambito di un PEA (piano d'investimento azionario),
> quote o azioni di organismi di investimento collettivo (SICAV, FCP, Fondi di risparmio, ecc…)
> certificati di deposito, titoli di credito negoziabili (TCN).

La garanzia è applicabile fino a 70.000 € per cliente e per istituto di credito. Il rimborso è versato entro 3 mesi, salvo casi particolari.

Attenzione, la garanzia titoli è attivata solo a una duplice condizione:
1. i titoli sono scomparsi dal conto,
2.
 l'istituto che detiene il conto sta cessando i pagamenti e non può restituire questi titoli, né rimborsarli.

 

Il denaro contante associato ai conti titoli è anch'esso rimborsato:
> fino a 70.000 € se il conto in contanti è detenuto da una società d'investimento ed è espresso in € o in un'altra valuta dello SEE,
> incluso nelle somme coperte dalla garanzia dei depositi fino a 100.000 €, se il conto titoli è detenuto da una banca.

 

4/ PROCEDURA DI RIMBORSO (DEPOSITI E TITOLI)

 

1a Fase

Attivazione su richiesta dell'Autorità di Controllo (ACPR)

Il FGDR interviene quando una banca o una società d'investimento non è più in grado di restituire i depositi raccolti o restituire i titoli che ha in custodia. Alla data d'indisponibilità, l'istituto è dichiarato insolvente e i clienti perdono l'accesso ai loro conti. Il rimborso da parte del FGDR è attivato automaticamente.

I clienti non devono espletare alcuna formalità, tranne quella di aprire un conto presso un altro istituto, se non ne hanno già uno. 

2a Fase

Preparazione del rimborso

L’istituto di credito procede alla chiusura dei conti dei clienti alla data d'indisponibilità ed invia loro un ultimo estratto conto. Trasmette questi dati al FGDR che, su questa base, determina l'ammontare del rimborso.

Durante questo intervallo di tempo, il FGDR informa il pubblico sullo stato d'avanzamento della procedura tramite il suo sito internet e risponde alle domande attraverso il call center.

3a Fase

Disponibilità e pagamento del rimborso

· Il FGDR apre sul suo sito web uno "Spazio protetto rimborsi" per mettere il rimborso a disposizione di ogni cliente: 
 tramite bonifico, dopo che il cliente ha inserito le sue nuove coordinate bancarie;
 oppure tramite un assegno di traenza con avviso di ricevimento.

·  In entrambi i casi, il FGDR invia una lettera di rimborso nella quale figurano:
 le coordinate dei conti del cliente;
 l'elenco dei conti coperti e dei conti esclusi dalla garanzia,
 il calcolo del rimborso,
 gli importi non risarciti,
 e una nota informativa "Rimborso da parte del FGDR".

Possono essere eventualmente ritardati solo i casi che richiedano informazioni supplementari o un particolare trattamento.
Dopo aver ricevuto il rimborso iniziale, il cliente ha a disposizione due mesi per inviare al FGDR i giustificativi relativi ad un'eventuale domanda di rimborso complementare a titolo di "depositi eccezionali temporanei" o per contestare il rimborso con i documenti giustificativi necessari.

·  Il FGDR mette il rimborso a disposizione entro un termine massimo di:
7 giorni lavorativi per la garanzia dei depositi;
3 mesi per la garanzia dei titoli.

4a Fase

 

Casi particolari

Il FGDR continua a trattare i casi particolari, i risarcimenti complementari e gli eventuali reclami fino alla conclusione della procedura di rimborso.

 

5/ LA GARANZIA DEGLI IMPEGNI DI CAUZIONE OBBLIGATORI

La garanzia delle cauzioni del FGDR copre gli impegni di cauzione regolamentati rilasciati obbligatoriamente da un istituto bancario o finanziario a favore di alcune professioni regolamentate (agente immobiliare, agente di viaggio, promotore, ecc.) allo scopo di garantire la buona esecuzione dei progetti loro affidati dai clienti.

In caso di fallimento di tale istituto bancario o finanziario, il FGDR si fa carico della situazione ed onora l'impegno di cauzione fino alla conclusione del progetto.

Se il professionista è inadempiente nei confronti del suo cliente, il FGDR interviene e lo risarcisce. Il rimborso è stabilito al 90% del danno subito dal cliente, a fronte di una franchigia di 3.000 €.

Settembre 2019.

Per scaricare il contentunto di questa pagina in pdf, clicca qui.